Denti e gravidanza

La gravidanza rappresenta un periodo molto delicato per la donna, le alterazioni ormonali e fisiologiche che accompagnano questo periodo possono determinare il manifestarsi di patologie odontoiatriche che rendono quindi necessario l’intervento del dentista.

L’esigenza di sottoporsi ai trattamenti odontoiatrici è molto spesso motivo di ansia per le future mamme che tendono dunque in linea generale a trascurare i problemi del cavo orale per il timore di danneggiare la salute del bambino.

Sono motivate tali preoccupazioni? Sottoporsi a trattamenti odontoiatrici può rappresentare un pericolo per il nascituro?

Le gestanti possono stare tranquille, non esistono generalmente controindicazioni durante la gravidanza per le normali cure odontoiatriche: se nel corso dei nove mesi risulta necessaria una terapia , non bisogna esitare a far visita al dentista.

Uno stato doloroso acuto o infettivo del cavo orale, non curato rappresenta un pericolo maggiore per la salute della donna e del bambino rispetto a qualsiasi terapia applicata dall’odontoiatra.

Durante la gestazione è possibile eseguire l’anestesia locale mentre, soprattutto nel primo trimestre, le  radiografie possono essere eseguite solo in caso di estrema necessità e con le dovute protezioni, in tutti i modi si deve tener presente che  lo sviluppo della radiologia digitale consente di ridurre le radiazioni emesse con un conseguente vantaggio per il paziente.

In caso di gravidanza accertata è bene informare il proprio dentista e fissare un appuntamento.

I primi tre mesi di gestazione sono i più importanti per il processo di organogenesi del bambino, quindi in questo periodo la somministrazione di anestetici locali, antidolorifici e antibiotici andrà limitata, è invece consigliata una seduta di igiene orale professionale già durante il primo trimestre durante la gravidanza infatti la donna è più predisposta a gengivite ed altre infiammazioni del parondonto dovute ad un elevata produzione di estradiolo, estriolo e progesterone, ormoni che associati alla placca batterica sono responsabili di tali patologie. Inoltre sia la quantità e la composizione della saliva prodotta, sia le abitudini alimentari cambiano in questo periodo portando quindi ad una maggior formazione di placca e tartaro  con  aumento del rischio di carie e gengivite.

Semplici misure di prevenzione  aiutano a mantenere  sani  denti e  gengive durante la gravidanza.

Privacy Policy

© 2019 - Sito web realizzato da Junior Web

B.F.S. Società tra professionisti srl Via B. Buozzi, 6
63074 - San Benedetto del Tronto - CF/P.IVA 01564270443